Maturità e Cambiamento

di  - 1988

Presentazione del catalogo Alfonso Borghi

Mostra nella sala delle Carrozze, area ex Stalloni, a Reggio Emilia (opere 1973-1988).

Alfonso Borghi si è imposto alla ribalta della pittura alla svolta degli anni Settanta in virtù di una forte "vocazione a figurare". Nei suoi quadri si avvertiva un dissidio profondo: fra il passato e il futuro, fra l'uomo e la storia.

Raggiunto il punto di crisi della sua ricognizione sul "vissuto", in coincidenza con il giro di boa del decennio, Borghi operava un vero e proprio "cambio di marcia": nella rilettura dell'esperienza compiuta dalle avanguardie d'inizio secolo, nella sottolineatura dei valori specifici della forma.

Ed è in questi itinerari linguistici che Borghi trova oggi le rispondenze più puntuali, le argomentazioni più incisive. La fantasia sommuove ogni abitudine alla trascrizione imitativa della natura per dar luogo ad una nuova realtà fondata sopra un nitido impianto di pittura dispiegata verso le folgoranti accensioni dell'invenzione figurativa.

Perché la fantasia abbia tale forza di trasposizione del vero, occorre che sia radicata negli strati più profondi dell'istigazione creativa: quelli che ne formano l'essenza unica...

Il richiamo a modelli classici, ben visibile nelle opere centrali del periodo preso in esame dalla mostra, prende il significato di una verifica sulla continuità di uno stile che è anche il segno di un'interna moralità d'artista. Così il ritorno a momenti esemplari della storia del passato si ripercuote, con la sua tensione evocativa, nella situazione aperta del presente. L'ACCENSIONE ESPRESSIONISTICA procede, secondo le regole, dall'interno verso l'esterno, in un processo che tende a evidenziare, nella struttura del reale, un'impercettibile incrinatura, una lacerazione nascosta: nell'uomo come nella società.

Sono impulsi, questi, che trovano la loro composizione nelle limpide geometrie delle ultime opere: veri e propri intarsi di colore timbrico che paiono aprirsi verso una NUOVA DIMENSIONE più rarefatta, quasi METAFISICA.